Euforie Di Genere - Incontro con Elena Biagini e Porpora Marcasciano
Jul
22
8:00 PM20:00

Euforie Di Genere - Incontro con Elena Biagini e Porpora Marcasciano

Banduleras - Atobia Feminista (nodo territoriale Nord Sardegna)
presenta:

Euforie Di Genere
Incontro e riflessioni con Elena Biagini e Porpora Marcasciano
Presentazione dei libri:
* I movimenti omosessuali di liberazione a cura di Mariasilvia Spolato,
* L’emersione imprevista - Il movimento delle lesbiche in Italia negli anni ’70 e ’80 di Elena Biagini,
* L'aurora delle trans cattive - Storie, sguardi e vissuti della mia generazione transgender di Porpora Marcasciano

Lunedì 22 luglio, alle ore 20:00 a S'ALA / spazio per artist+(via Asproni, 17 Sassari)
Martedì 23 luglio, alle ore 20:00 a ResPublica (Piazza Pino Piras / via Simo

** le presentazioni saranno precedute da un APERITIVO di autofinanziamento **

---------

“Per i nostri movimenti la costruzione di una memoria collettiva è un obiettivo politico e culturale prioritario ed ineludibile (…) anche perchè lesbiche, gay e trans nascono senza comunità di riferimento, non crescono in famiglie lesbiche, gay, trans che possano trasmettere loro la cultura e la memoria collettiva: ogni filo di memoria che si spezza, ogni narrazione che si spegne è un percorso che le generazioni successive dovranno iniziare nuovamente.” [Elena Biagini]


1969/2019 50 anni fa, nella notte tra il 27 e il 28 giugno 1969 a New York scoppiò la rivolta di Christopher Street, la famosa Stonewall che ricordiamo nei Pride, presa a momento mitico fondante dei contemporanei movimenti e politiche lgbtiq+ in tutto il Mondo.

Stonewall fu una rivolta contro la violenza della polizia e le leggi di un Stato che impone quello che è lecito e decente, contro l’accettazione di una libertà condizionata alla marginalizzazione, l’umiliazione continua o l’assoggettamento a un modello unico eterosessuale, patriarcale, capitalista di normalità e rispettabilità.
Stonewall divenne un evento chiave nel racconto e nell’immaginario di trans*, lesbiche, gay, bisessuali, intersessuali, queer (LGBTQI+) nonostante non fosse che un episodio tra tanti che lo precedettero e lo seguirono.
Stonewall è considerato atto fondante delle nostre storie e politiche, anche da parte di chi ha poi seguito percorsi diversi – istituzionali, commerciali, normalizzanti e normalizzati.

È a quello spirito e a quella spinta rivoltosa, e rivoltante agli occhi della gente perbene, che vogliamo rivolgere il nostro desiderio e la nostra azione oggi.
È nello spirito di Stonewall che, intrecciando i fili di narrazioni che ci appartengono e alle quali sentiamo di appartenere, abbiamo invitato Elena Biagini e Porpora Marcasciano, per mantenere vive e costruire narrazioni altre, partecipando alla costruzione di spazi simbolici e reali. La prima persona, il partire da sé, è l’unico modo di costruire un racconto corale, che intreccia il lesbismo politico, i femminismi, le rivoluzionarie trans*, i movimenti di liberazione tutti. Ognuneix di noi ha una storia da raccontare che contribuisce a costruire la nostra Storia e che andrebbe persa se non la mettessimo in comune, perché la Storia ufficiale ci vorrebbe silenti e perbene, magari anche un po’ folkloriche ma senza scantonare.
Soggetti che prendono parola. Soggetti imprevisti e, proprio per questo, imprevedibili furono quelli che scombussolarono il panorama politico e le vite di generazioni di persone e attiviste dalla fine degli anni Sessanta in poi.
Ci piacerebbe che così fosse anche oggi, a cinquant’anni da quei favolosi moti.

---------


I movimenti omosessuali di liberazione
, a cura di Mariasilvia Spolato, con un'introduzione di Elena Biagini e postfazione di Dacia Maraini

In "I movimenti omosessuali di liberazione", edito originariamente dalla casa editrice Samonà e Savelli nel 1972, l’autrice Mariasilvia Spolato raccolse documenti e interviste dei movimenti di liberazione sessuale di quegli anni, con l’intento non solo di narrare ma anche di creare connessioni tra le differenti realtà rivoluzionarie. Dal Gay Liberation Front statunitense al FHAR francese, passando per i collettivi universitari e l’appoggio politico delle Pantere Nere, fino ad arrivare al Fuori! italiano e alla contestazione di Sanremo del 1972.

Questa nuova edizione si configura come un contributo necessario per interrogarci oggi, a cinquant’anni dalla rivolta di Stonewall, sullo stato dell’arte del movimento lgbitq+ italiano.

https://asteriscoedizioni.com/prodotto/uscita-29-aprile-mariasilvia-spolato-i-movimenti-omosessuali-di-liberazione/


L’emersione imprevista - Il movimento delle lesbiche in Italia negli anni ’70 e ’80, di Elena Biagini

L’emersione imprevista che dà titolo al libro è la presa di parola delle lesbiche in Italia, che dagli anni Settanta scelgono di lottare contro il dispositivo repressivo del silenzio e affrontare lo scandalo. Le lesbiche nella storia non esistono, ciascuna deve imporre la propria esistenza, superare la frontiera dell’eterosessualità obbligatoria, vincere la percezione di essere l’unica al mondo a provare un desiderio imprevisto. Il superamento dell’obbligo sociale e culturale all’eterosessualità, nel nostro paese come altrove, è stato possibile solo attraverso la costruzione di un movimento.

Questo è il primo testo che affronta in modo organico la storia del lesbismo politico in Italia, con l’obiettivo di contribuire a colmare i vuoti storiografici della storia politica delle donne e dei movimenti lgbtiq nel nostro paese. Raccontare la storia del movimento delle lesbiche significa infatti indagare la formazione di un soggetto politico che emerge, all’inizio degli anni Settanta, contemporaneamente nel contesto femminista e in quello omosessuale, per poi configurarsi in modo autonomo nel decennio successivo.

Questa storia è raccontata attraverso interviste a protagoniste dell’epoca: la scelta delle fonti orali non è solo una necessità ma anche l’assunzione del nesso che lega femminismo e storia orale nel riconoscere ilpersonale come un importante obiettivo di indagine e nello sfidare la tradizionale oggettività delle scienze sociali.

Uno sguardo lgbtiq, insieme all’ottica “di genere”, può portare alla storiografia – come è stato già per altre discipline – nuovi percorsi e nuove analisi, allargando il campo d’indagine alla sessualità, ai ruoli di genere, alle rappresentazioni dei generi, alle generazioni, ai confini tra norma, ribellione e conflitto, alle questioni della normatività e del controllo sociale, tra intersezioni e interstizi.


L'aurora delle trans cattive - Storie, sguardi e vissuti della mia generazione transgender, di Porpora Marcasciano

Abbracciando un periodo di circa quarant’anni e i suoi profondi cambiamenti socio-politici, Porpora traccia la propria genealogia trans aggiungendo tasselli essenziali alla ricostruzione storica di una cultura spesso relegata al margine. E lo fa da protagonista del percorso collettivo, ancora privo di una lettura condivisa, di chi si è posto consapevolmente nello spazio di confine tra i generi.

Con una scrittura “visiva” in grado di rendere in immagini ciò che ha visto e vissuto, Porpora ci accompagna in un mondo popolato di leggendarie trans che hanno dato vita, forma, scena e sceneggiatura a un’esperienza per molti versi più vicina alla dimensione spettacolare o performativa che a quella della vita reale, da cui erano del resto assolutamente escluse.

Vivere quella vita presupponeva avere muscoli, calli, scorza dura. L’assenza di riconoscimento e di diritti non poteva che favorire l’illegalità, e la prostituzione – fenomeno per molti aspetti con caratteristiche differenti da quelle odierne – diveniva l’asse portante dell’esistenza. Ma proprio questo percorso ha prodotto la capacità di parlare di sé in un tempo in cui esisteva solo lo sprezzante appellativo di “travestito” e nel vocabolario non c’erano ancora parole come transgender o gender variant. Gli aneddoti, i miti, le storie “scandalose” che Porpora racconta con il suo stile ironico e “favoloso”, si intrecciano con le riflessioni sulla presa di coscienza collettiva, sulla nascita del Mit (Movimento identità trans) e sulla conquista del riconoscimento giuridico con la legge 164 del 1982.

Porpora recupera l’epica trans delle origini per rivendicare il percorso straordinario di persone perseguitate, violentate, ferite nella loro dignità umana, che hanno avuto la forza di incrinare la narrazione dominante che fa della transessualità una dimensione patologica, raccontando un’esperienza di vita unica. Che rifugge anche i tentativi di normalizzazione dell’epoca postmoderna.

————

Le illustrazioni della locandina sono di Mariasilvia Spolato e di LaFiùt

---------

Offerta suggerita: 5€ con tessera Arci.

View Event →

Jam Session di Improvvisazione - Musica e Danza #7
Jul
17
8:30 PM20:30

Jam Session di Improvvisazione - Musica e Danza #7

Jam Session in S'ALA per esorcizzare giugno, il mese dei saggi!

E soprattutto per condividere un'esperienza di improvvisazione, per relazionarci in danza e musica, per vivere lo spazio S'ALA e concludere la serata con un aperitivo.

Si può partecipare attivamente, portare strumenti, fare rumore o semplicemente guardare come pubblico.

Offerta suggerita: 5€ con tessera Arci.

View Event →
57 - Prova aperta dello Stabile di Lì
Jul
13
9:00 PM21:00

57 - Prova aperta dello Stabile di Lì

57 é un'esperienza di corpi mobili autonomi, che attraversano una rete di regole e conoscenze mentali comuni e provocano incontri reali sempre diversi fra loro.

L’esperienza del corpo è aperta al cambiamento e alle possibilità variegate di accoglienza del prossimo, mantenendo un ordine sempre nuovo all’interno dello sviluppo performativo. Il prossimo è una possibilità estesa non solo agli individui che compongono il gruppo, ma a tutto ciò che in quel momento coabita la situazione stessa: pubblico, musiche/suoni, luci, spazio, computer, video. La regola che modella il gruppo è costruita tramite una rete di soli inviati a distanza contemporaneamente, scritti appositamente in anonimia da ogni singolo per ognuno degli altri membri componenti.

L’accettazione è uno dei processi centrali emersi dall’esperienza: la pratica invita ogni individuo a porre fiducia non solo nei compagni e nelle loro indicazioni, ma anche nel sistema stesso, una sorta di organizzazione sociale che si va creando, affidata alla libertà personale limitata dalle indicazioni ricevute, che se applicate al meglio, rivelano come sono proprio loro a contenere la possibilità dell'incontro e l'attivazione di storie mutevoli, aperte e interpretabili. Ogni danzatore dovendosi affidare al materiale ricevuto e dovendo mettere in atto il più fedelmente possibile le indicazioni, sospende il proprio giudizio, quasi con un'azione di de-responsabilizzazione, che al tempo stesso diventa ancor maggiore responsabilità nel gruppo, poiché da ognuno dipende il poter accogliere ciò che accade all’interno di ogni frammento performativo al pieno della propria presenza, essenza e capacità. Accettare e quindi accettarsi è lo studio di principio che allinea i pensieri e le esperienze di tutti i membri. Accettare anche il fallimento di un incontro mancato, o di un'esecuzione impossibile poiché collegata a qualcosa che doveva succedere e mai è successa.

Il risultato scenico infatti è un'azione di gruppo multiforme: estesa a diversi paesaggi o azioni singolari, accompagna lo spettatore in una folle valanga di situazioni e scene di vario tipo.

Questo progetto rivela molti aspetti delle dinamiche di un gruppo e delle personalità che lo compongono: il desiderio forte di poter condividere, la necessità di voler comunicare e di trovare un linguaggio comune per farlo, i punti forti e le fragilità di ogni membro che si palesano giorno dopo giorno negli incontri reali. E il disaccordo anche, uno dei carburanti più interessanti e inconsapevoli del sistema che tende a ricreare situazioni estremamente curiose e di reale impatto sociale.

BIOGRAFIA

Lo Stabile di Li nasce nel 2017 come incontro di nove danzatori grazie alla produzione VN/Serenade di Cristina Kristal Rizzo. Lucrezia la Lince, esperta in movimento e PhD in Art and Law conosce Nicola l’Armadillo, lunatica bomba di energia nel 2007 con i Melting Pot. Nicola conosce Jari, Orsetto lavatore che fa innamorare tutti, con la compagnia Opus Ballet nel 2008. Sara il Castoro, passionale e dinoccolato conosce Nicola nel 2009 grazie al collettivo Ritmi Sotterranei. Annamaria, il Pesce Pagliaccio, laureata in Lettere, migliore interprete e coreografa italiana, conosce Giulio, il gattino parafilico diplomato all’Accademia della Scala di Milano, grazie a Ariella Vidach nel 2009, compagnia dove arriva Stefano la Faina, genio e magico sostituto d’Italia, poco tempo dopo. Marta C. il Puma, Yoga Master laureata in Storia dell’Arte e costumista, conosce Lucrezia nel 2009. Marta C., Jari, Stefano e Giulio si conoscono tramite Fabrizio Favale nel 2012. Marta C. conosce Annamaria a un’audizione a Porto. Anche Lucrezia conoscerà Annamaria durante un’audizione nel 2011 e, tramite Marta C., Jari e Giulio nel 2012 durante una cena cinese. Sara conosce Jari e Giulio tramite Virgilio Sieni nel 2013. Lucrezia conosce Stefano a una festa di compleanno tema hippies. Marta B., Barboncino incrociato con una Gallina nera, psicologa e ricercatrice della mente, conosce Lucrezia e Marta C. nel 2012 grazie agli Attivisti della Danza, e Annamaria alla Biennale di Venezia nel 2014. Tutti si incontrano a Castiglioncello nel 2017; per il compleanno di Annamaria danno vita a una festa danzante dionisiaca allo Space. La prima apparizione pubblica dello Stabile di Li è durante Solo Golberg di Virglio Sieni. Elena Giannotti si interessa al caso e invita il gruppo al festival Racconti di altre danze a Livorno. Adesso lo Stabile è l’energia vitale che ci accompagna sempre.

View Event →
Partiture del Corpo - Laboratorio di biografia corporea a cura di Enrica Spada
Jul
13
to Jul 14

Partiture del Corpo - Laboratorio di biografia corporea a cura di Enrica Spada

Partiture del CORPO - Laboratorio di biografia corporea a cura di Enrica Spada

Attraverso il danzare del corpo, di ogni parte che lo compone, riscriviamo le storie della nostra esistenza. 

Il Corpo come luogo dell’esistenza è il senso, lasciandolo parlare possiamo scrivere le storie del nostro più autentico esserci.

Nell’ambito del progetto “Sulle tracce del corpo” , Enrica Spada sviluppa la sua ricerca sulle potenzialità ludiche, creative ed educative del corpo, oltrepassando l’indagine espressiva per giungere, oltre il patico, a scoprire un nuovo modo di leggere il corpo, come essenza materica e vitale capace di dire e dare il senso dell’esistenza, nella presenza di ogni sua parte. 

Danzare come modalità fisiologico-esistentiva diviene pratica di meditazione in movimento, leggera e profonda ad un tempo che muove e guida verso inaspettate, piacevoli e sorprendenti consapevolezze.
I partecipanti saranno guidati alla scoperta di una metodologia ludica di scrittura coreografica-compositiva che porterà ciascuno a comporre una “partitura corporea”, personale e collettiva ad un tempo, perché nata dal contesto e dall’interazione col gruppo, che ciascuno potrà condividere e interpretare in molteplici varianti e forme. 

Il laboratorio è per tutte e tutti: i movimenti, le indicazioni e le proposte di scrittura ludico-corporea sono possibili per ogni corpo.

E' NECESSARIO PRENOTARE!!


BIOGRAFIA
Enrica Spada, danzatrice e coreografa, laureata presso l’Università Folkwang di Essen, Germania, sotto la direzione di P.Bausch è stata allieva del maestro J.Cébron, ultimo erede diretto della tecnica Laban- Jooss-Leeder. Elabora uno stile di movimento ancorato alle tecniche dei maestri di Essen con influenze energetico- cinestetiche delle arti marziali e del Tai chi. 
Laureata con lode in Scienze dell’Educazione e della Formazione presso l’Università di Cagliari con una tesi incentrata sul tema del corpo e della danza in educazione, ha sviluppato una metodologia di movimento ludico-creativo declinata in molteplici e diversificati ambiti educativi e teatrali con persone di ogni età. 

QUANDO
Sabato 13/07, dalle 10 alle 15
Domenica 14/07, dalle 10 alle 14

COSTO
50€ con tessera Arci.

INFO E PRENOTAZIONI
sala.sassari@gmal.com

SCADENZA PRENOTAZIONI: 8 luglio 2019.

View Event →
Costruire il corpo, creare comunità - Laboratorio con Stabile di Lì
Jul
11
8:00 PM20:00

Costruire il corpo, creare comunità - Laboratorio con Stabile di Lì

Il laboratorio è suddiviso in due fasi, una fase di training basato su piccole pratiche di consapevolezza, Iyengar Yoga e danza contemporanea e una seconda fase di ricerca sul movimento e sviluppo di linguaggio coreografico attraverso delle task\question (dal concept di ricerca) estratte casualmente dal cappello dello Stabile e che riguardano qualità di movimento, indicazioni generiche e specifiche da ricercare, regole relazionali e di comunità.

Come, una volta specificato il proprio agire di corpo parola e mente è possibile attraverso di esso creare qualcosa in comune con gli altri, es-propriandolo?

BIOGRAFIA

Lo Stabile è una comunità in cui ognuno vive la propria vocazione, per cercare la felicità e condividere le incertezze. Lo stabile esiste nella vita quotidiana di ognuno dei suoi componenti e ha la necessità fisiologica di un progetto utopico che garantisca degli appuntamenti periodici, tempi e spazi in cui tali componenti possano incontrarsi. Lo Stabile vive della memoria di ciò che è stato fatto ma al tempo stesso nel desiderio vivo di creare e di rincontrarsi: l’attesa stessa del fatto che ci stiamo per incontrare dà corpo, concretezza e valore al tempo che ci separa. Le domande che vogliamo porci in questo mese sono: Posso contribuire in qualche modo affinché il mio pensiero partecipi a quello della comunità, e poi a quello del mondo e lo modifichi immettendo delle informazioni silenziose nel sistema? Come agisco questa responsabilità nei confronti della relazione che ho con gli altri e con il tutto che riguarda la mia sopravvivenza?

A CHI E’ RIVOLTO

Adult* (anche asolescenti), amatrici/amatori, praticanti espertx, danzatrici e danzatori.

COSTO

20€ con tessera Arci (possibilità di farla in S’ALA).

View Event →
S'ALA video party
Jun
22
8:00 PM20:00

S'ALA video party

Un apertivo per incontrare le/i nostr* ospit* e artist* residenti in S’ALA.

Arabella Stanger, Tamara Tomic-Vajagic e Simon Ellis propongono un ‘video party’ per incontrare chi bazzica in S’ALA e chi non lo fa ancora, in una serata in spirito di festa in cui proietteranno video curati da loro mentre si parla, si mangia, si beve e soprattutto si scambiano idee.

Ingresso ad offerta libera, con tessera Arci.


View Event →
Prova aperta con Michele Vargiu e Tommaso Di Battista
Jun
1
7:00 PM19:00

Prova aperta con Michele Vargiu e Tommaso Di Battista

Che cosa abbandoniamo davvero quando decidiamo di partire verso l'inaspettato?

E quali solchi, quali segni ci restano addosso dopo una partenza e nell'attesa di un ritorno?

Un attore e un danzatore condividono un momento di intuizione;

mescolando le loro ricerche individuali inaugurano un nuovo territorio seminando urgenza creativa. 

Una prova aperta sul tema delle partenze, dei ritorni, dei richiami.

Un momento di condivisione; fugace come una partenza, intimo come il sapore di un ritorno.

Offerta suggerita: 5€ con tessera Arci.

View Event →
La drammaturgia del corpo - Workshop Movimento, Teatro, Creazione
Jun
1
to Jun 2

La drammaturgia del corpo - Workshop Movimento, Teatro, Creazione

<< Posso prendere un qualsiasi spazio vuoto e chiamarlo palcoscenico vuoto. Un uomo attraversa questo spazio vuoto mentre qualcun altro lo guarda e questo è tutto ciò di cui ho bisogno perché si inizi un atto teatrale>>.
Peter Brook

LA DRAMMATURGIA DEL CORPO
Atto 1: Le grandi migrazioni e i ritorni

*** IL WORKSHOP ***
Quali sono i meccanismi di creazione, i “motori” che muovono le dinamiche che si celano dietro la creazione di un “atto” teatrale? E in che modo il corpo e lo spazio possono essere, direttamente o indirettamente, protagonisti e “autori” della vicenda che si intende raccontare?

Il workshop “La Drammaturgia del Corpo” intende porsi come un percorso di creazione per indagare e svelare come sia possibile giungere “dinamicamente” all’atto di creazione drammaturgica e scenica, partendo dal corpo intendendolo non più come semplice esecutore di azioni già “scritte”, ma come vero e proprio organo creativo, improvvisatore e autore del gesto che diventa atto teatrale, drammaturgia, storia.

Lavoreremo insieme sul grande tema delle migrazioni, partendo dal loro aspetto strettamente "dinamico" fino ad esplorarne l'aspetto più profondo e poetico, attraverso esercizi, improvvisazioni e performance di gruppo.

1 GIUGNO : "LE GRANDI MIGRAZIONI"

2 GIUGNO: "IL RICHIAMO DELLA TERRA"

***ORARI***
10:30 - 13:00
14:30 - 17:30

***COSTI***
35€ a giornata
(Se ti iscrivi ad entrambe le giornate la seconda giornata la pagherai 25€ anziché 35€)

***A CHI SI RIVOLGE***
Il workshop è aperto principalmente a danzatori e attori, anche alle prime esperienze di palcoscenico. Il lavoro si articolerà in due giornate intensive in cui gli allievi, saranno guidati dai docenti sia nelle fasi di training che in quelle di creazione. Per garantire una fruizione ottimale, il corso è aperto ad un massimo di 12 allievi.

***PER INFORMAZIONI***
info@teatrotabasco.com
WhatsApp: 3490681066

***I DOCENTI***

TOMMASO DI BATTISTA
Tommaso Di Battista studia alla Rotterdam Dance Academy dove insieme alle tecniche di danza classica e contemporanea apprende tecniche di improvvisazione, musica, anatomia e Gyrokinesis. In Olanda, nel 2010, partecipa come tirocinante presso la compagnia di teatro danza DOX in Utretcht e la Compagnia NND in Groningen. Nel 2011 ancora in Olanda collabora col Dans Theater Roosendaal come coreografo e ritorna a Sassari per collaborare con l’associazione Danza Estemporada come danzatore per le rassegne Le piazze che danzano e Corpi in movimento. Lo stesso anno si reca a Girona per un trimestre partecipando al programma di formazione della compagnia spagnola Cobos Mika. Nel 2012 collabora all’Hato project con Heidi Vierthaler ad Amsterdam e con il Dutch Don’t Dance Division all’Aja. Nel 2013 lavora in Germania come danzatore e insegnate presso la compagnia Fredewess ad Hannover. Al termine dell’esperienza in Germania decide di mettere a frutto gli studi portati avanti da qualche anno sul metodo Gyrotonic e si dedica unicamente all’insegnamento di esso. Attualmente insegna a Londra e si reca regolarmente in Sardegna per condividere la sua continua ricerca.

MICHELE VARGIU
Si diploma come attore presso la Scuola Internazionale del Teatro Arsenale di Milano. Svolge una intensa e costante attività di palcoscenico su tutto il territorio nazionale, lavorando come attore, autore e insegnante di teatro e scrittura creativa. E' il fondatore della compagnia Teatro Tabasco, con centinaia di repliche al suo attivo. Nel 2018 scrive e interpreta lo spettacolo “Xdente”, progetto di teatro sociale contro il gioco d’azzardo patologico. Alcuni suoi testi sono stati recentemente pubblicati e tradotti in Spagna dall’ Instituciò de les Lettres Catalanes. Tiene regolarmente corsi di teatro e scrittura per la scena. Nel 2019 scrive e rappresenta il monologo "DER BOXER - ballata per Johann Trollmann" insieme al duo musicale Elva Lutza. Recentemente è stato protagonista del radiodramma "Giaime Pintor: una giovinezza pallida e furente" prodotto da radio RAI.
www.michelevargiu.com


***PER INFORMAZIONI***
info@teatrotabasco.com
WhatsApp: 3490681066

View Event →
Laboratorio di Release Techinque &amp; Floorwork - con Marcella Mancini
May
11
4:00 PM16:00

Laboratorio di Release Techinque & Floorwork - con Marcella Mancini

La lezione sarà articolata in due sezioni: la prima, dedicata a brevi sequenze di movimento al pavimento utilizzando il principio della Spirale e dell’Off Balance. 
La seconda parte sarà focalizzata sull’improvvisazione guidata di Movement Research, con particolare attenzione ai principi base del movimento quali: peso, spazio, relazione ed intenzione.

BIO
Marcella Valentina Mancini 

Danzatrice e Performer, si forma a Salisburgo presso SEAD (Salzburg Experimental Academy of Dance) e si perfeziona in Movement Research & Composition a Lisbona presso PEPCC – Forum Dança, studiando con diversi coreografi tra cui M. Stuart, L. Nelson, J. Fiadeiro, V. Mantero, J. Lacey , Loic Touzè, M. Tompkins.
Ha danzato in progetti autonomi e per diversi coreografi e collettivi in Italia ed Europa.

Offerta suggerita: 15€ con tessera Arci.

View Event →
Urs Stauffer - Contact Exploration #2
May
4
to May 5

Urs Stauffer - Contact Exploration #2

Secondo appuntamento con Urs Stauffer e la Contact Exploration a Sassari, organizzato da Antonella Moretti.
Rivolto a chi ha già avuto modo di sperimentare il suo lavoro ma anche a chi gli si approccia per la prima volta.
In questo workshop avremo l'occasione di approfondire o iniziare ad avvicinarci allo studio del movimento attraverso la pratica di esercizi basati su Body Mind Centering® e Contact improvisation per poi arrivare, volta per volta, a sperimentare nell'improvvisazione danzata quello che abbiamo scoperto...o forse solo intuito.
Un gradino alla volta, ognuno partendo dal suo. Aumentando la consapevolezza di noi stessi e della nostra personale e unica danza che ci porterà a quella in relazione con i partner o con il gruppo, talvolta sorprendendoci di quello che può scaturire dall'ascolto di noi stessi e degli altri. Sviluppando e allenando uno stato di presenza che libera la creatività.

Il lavoro che propone Urs è indicato sia a chi ha già esperienza nel campo della danza, del teatro, delle discipline corporee e vuole approfondire la propria ricerca, sia a neofiti curiosi e appassionati interessati a questo tipo di ricerca.


BIO
URS STAUFFER è Educatore del Movimento Somatico con certificazione della Scuola di Body-Mind Centering®. Esplora e studia Contact Improvisation da più di 30 anni e dal 1990 pratica BMC® in modo intensivo. Il suo lavoro è fortemente influenzato da Steve Paxton e Bonnie Bainbridge Cohen, suoi maestri da oltre 20 anni e di Anna Halprin con cui ha lavorato soprattutto in rispetto dell'uso del corpo fuori dalle palestre e teatri ( Body-Mind Centering® e BMC® sono marchi registrati di Bonnie Bainbridge Cohen,usati dietro sua autorizzazione ).

http://urstauffer.wixsite.com/contacturs
https://www.bodymindcentering.com/about/
https://www.lebensnetz.it/body-mind-centering/body-mind-centering-bmc/


DATE E ORARI
SABATO dalle 15:00 alle 20:30
DOMENICA dalle 10:00 alle 15:30
10 ore di lavoro con una mezz'ora di pausa ogni giorno in orario non prestabilito

COSTI
Per chi si iscrive entro il 1 aprile 90€ dopo tale data 110€
Soci iscritti ai corsi S'Ala 80€ entro il 1 aprile dopo 100€
Per gruppi di almeno 4 persone 80€ a testa entro il 1 aprile dopo 100€
Per chi non ne fosse già in possesso tessera Arci 10€ comprensiva di assicurazione valida su tutto il territorio nazionale.

Per iscriversi è necessario versare un acconto di 50€
Il saldo dovrà essere effettuato il primo giorno del corso.

INFO E ISCRIZIONI
Antonella 3892899060
mo.anto75@gmail.com

OSPITALITA'
Per chi viene da fuori possibilità di accogliente sistemazione a 10/15€ a notte in camerone condiviso (max 8 posti), materassi su parquet, uso bagno e cucina.

View Event →
Schema 1.1 - Prova aperta con Ivonne Bello Tovar
May
3
9:00 PM21:00

Schema 1.1 - Prova aperta con Ivonne Bello Tovar

Schema 1.1


Il progetto “Schema” è un lavoro coreografico in embrione . Si snoda in una performance di improvvisazione e installazione dal vivo in Site Specif. Il corpo diventa un mezzo di costruzione in tempo reale dove lo spazio e i linguaggi visivi sono i contenitori di un dialogo immaginario e non condizionato.

Un spazio di incontro con la memoria, con il senso del tempo, con gli antichi mestieri manuali.

Durata: 15 min circa

Coreografia: Ivonne Bello

Installazione: Daniela Manca, Francesca Manca

Immagine: Francesco de Faveri

Offerta suggerita: 5€ con tessera Arci

View Event →
Jam Session di Improvvisazione - Musica e Danza #6
Apr
18
8:30 PM20:30

Jam Session di Improvvisazione - Musica e Danza #6

Sesta Jam Session in S'ALA, in compagnia dell'associazione ferrarese RESINA.

Per condividere un'esperienza di improvvisazione, per relazionarci in danza e musica, per vivere lo spazio S'ALA e concludere la serata con un aperitivo.

Si può partecipare attivamente, portare strumenti, fare rumore o semplicemente guardare come pubblico.

Ingresso ad offerta libera, con tessera Arci.

View Event →
Danzare i suoni - Laboratorio con Ivonne Bello Tovar
Apr
13
3:30 PM15:30

Danzare i suoni - Laboratorio con Ivonne Bello Tovar

Il laboratorio si basa sulla tecnica di danza contemporanea e dei principi base della contact improvisation, focalizzando l’attenzione all’ascolto del ritmo e dei suoni, sull’uso del peso, connessione centro-estremità del corpo, esplorazione di differenti forme di contatto con uno o più punti del corpo dell’altro, equilibrio e disequilibrio, abbandono e resistenza alla forza di gravità, gestire il proprio peso e quello di un partner, danzare in gruppo, danzare da soli .

Una parte della lezione sarà dedicata alla ricerca dell’interazione con il suono/ ritmo attraverso l’improvvisazione guidata.

Il laboratorio è rivolto a tutti; non è necessaria nessuna pregressa esperienza nella danza o nella musica.

Numero massimo: 20 partecipanti.

Offerta suggerita: 20€ con tessera Arci.

Ivonne Carolina Bello Tovar

Nasce a Maracay - Venezuela nel 1984. Danzatrice, performer, insegnante. Laureata in Danza Contemporanea nella Universidad Experimental de las Artes de Venezuela, vince una borsa di studio con la quale si trasferisce in Italia, si diploma al dipartimento di danza del Teatro Franco Parenti diretta da Susanna Beltrami. Attualmente è residente in Sardegna. Ha lavorato con diversi compagnie e collettivi di danza contemporanea, danza-teatro, danza moderna e improvvisazione, tra le quali: Colectif Ecole Sauvage di Sabine Jamet (Parigi) , 100% Impro (Caracas -Venezuela), Compania Nacional de Danza de Venezuela, Compagnia A.I.E.P Ariella Vidach (Milano), Laura Moro(Bassano del Grappa), TAKLA Improvising Group(Milano), Incidance Dance Company (Arles- Francia), Siciliano Dance Company, Dagipoli Dance Company (Atene),Compagnia Davide Cauli e Balletto di Sardegna. Da tempo è interessata ad un lavoro di ricerca artistica e di collaborazione multidisciplinare che unisca danza, teatro,musica, audiovisivo, tecnologie e improvvisazione, partecipando come danzatrice e coreografa freelance a diversi festival nazionale e internazionale. Si interessa e se dedica da qualche anno fa alla pratica e l’insegnamento delle basi della Contact Improvisation e la danza integrativa, crea porta in tutto il territorio nazionale insieme ad Anna Da Pozzo e Antonella Moretti il progetto “Lungo la scia del vento”, una serie di laboratori basati sulla Contact Improvisation e DanceAbility. Attualmente è in corso il progetto di laboratorio esperienziale“Ritmo e Movimento”, frutto dell’interesse per il metodo Dalcroze.  https://www.facebook.com/ivonnedanzatovar/   


Igor Ninu

Nato a Milano nel 1976; studia tecnica di congas e timbales e i principi delle percussioni afrocubane e latinoamericane con Alex Battini de Barreiro, approfondisce gli studi dei ritmi della tradizione afrocubana e della tecnica di congas, timbales e cajon con Armando Cornell Descarga; studia tecnica del rullante e tecnica di base dei batteria con Alessio Pacifico presso la Scuola Civica di Musica di Corsico (MI). Ha seguito diversi seminari di percussioni, batteria e improvvisazione. Attivo nel circuito underground dell’improvvisazione radicale come solista, con formazioni stabili od estemporanee si è esibito in diverse città italiane ed a Berlino. Materiale registrato, sempre in presa diretta, è stato pubblicato da etichette indipendenti o netlabels sia in Italia che in diversi paesi europei. Attualmente è attivo nel progetto di laboratorio esperienziale “Ritmo e Movimento”.


View Event →
Prova aperta - Florence e Theo
Apr
11
9:00 PM21:00

Prova aperta - Florence e Theo


Attempt n°1 (start over)
di Florence Peyrard

Questa performance è una risposta poetica alle tematiche di genere nella pratica della contorsione. Donne con molte identità. Contorco questa moltitudine.
E’ un’occasione per ripensare - insieme - alla mia identità come una materia viva.
Smantellare la mia carne per renderla un posto più accogliente.


Caméléon
di Theo Pendle

La tematica di questo assolo sono i vestiti; la nostra seconda pelle.
Qual è la relazione tra i vestiti e la nostra prima pelle, la nostra carne, il nostro corpo, il mio corpo? In questa prima residenza, attorcigliero’ e trasformero’ i vestiti in tessuto, il mio corpo in una strana creatura.
Ballare e contorcermi in modo da reinventare le mie personalità camaleontiche. Questo è il mio tentativo.

Offerta suggerita: 5€ con tessera Arci.

View Event →
Laboratorio di Contact Improvisation - con Laura Lorenzi
Apr
2
8:30 PM20:30

Laboratorio di Contact Improvisation - con Laura Lorenzi

Le classi si concentreranno sull’esplorazione dei principi tecnici e fisici che supportano il linguaggio della contact improvisation.

Attingendo al vocabolario della tecnica floorwork e dalle arti marziali apriremo un dialogo tra la sensibilità dell’improvvisazione e la resistenza fisica e mentale che ci richiede essere presenti al nostro partner e alla nostra danza.

Useremo schemi di movimento a terra che ci permetteranno di essere a nostro agio muovendoci sottosopra e con disorientamento, ci aiuteranno a mantenere consapevolezza del nostro corpo in tutte le direzioni e cadere e atterrare da qualsiasi altezza con sicurezza.

Il lavoro di partnering sarà indirizzato a:

- Muoversi sostenendo il peso (1% -100%) di un'altra persona in movimento

- Seguire e mantenere un punto di contatto

- Modulare il tono fisico del proprio corpo in relazione al proprio partner e alla danza

Offerta suggerita: 15€ con tessera Arci.

View Event →
Prova Aperta con Laura Lorenzi
Mar
30
6:30 PM18:30

Prova Aperta con Laura Lorenzi

Laura Lorenzi proporrà una prova aperta del suo attuale lavoro.

Laura è una danzatrice free-lance con diverse compagnie e coreografi internazionali: Tra questi, ha danzato per Aletta Collins, Natalia Iwianec, Flora Wellesly Wesley, Steven Hogget e Anders Duckworth. Inoltre ha preso parte alle nuove creazioni di Quang Kien Van Dance Company a Londra. Dal 2018 ha iniziato a collaborare con la Cie MF e Natiscalzi DT.


Nel 2014 ha fondato The Sparse Collective, colletivo che si dedica all’ improvvisazione in performance. Con loro, ha danzato al Teatro Verdi di Sassari, al Festival Agitart (SP), al Teatro La grieta di La Plata (AR) nello spazio culturale Casa Azul di Buenos Aires (AR) e in diversi siti londinesi. 

Ingresso ad offerta libera, con tessera Arci.

View Event →
Touch #1 - Laboratorio con Donatella Cabras
Mar
3
10:00 AM10:00

Touch #1 - Laboratorio con Donatella Cabras

Touch #1 è il primo di una serie di laboratori di improvvisazione di movimento basati sull'utilizzo specifico ognuno dei cinque sensi.

TOUCH parte dalla percezione sensibile della superficie più esterna del corpo per produrre movimento in maniera individuale e personale. Attraverso le molteplici variabili nell'utilizzo del tatto i partecipanti saranno guidati ad ampliare lo stato percettivo di questo senso e saranno indirizzati a esplorare tutte le possibili modalità che il corpo ha di entrare in contatto profondo con se stesso, con l'altro, con gli elementi tangibili dello spazio e con l'atmosfera.

Durante il laboratorio verranno condotte pratiche di dinamica, ritmo e composizione istantanea in modo da arrivare ad un sistema di improvvisazione variabile e al contempo fluido, vibrante nella possibilità di esplorare cambi di stato e qualità.

Il laboratorio è rivolto agli adulti, non è richiesta una particolare esperienza performativa, ma una buona propensione al movimento e alla ricerca espressivo corporea.

Si richiede abbigliamento comodo e la disponibilità a lavorare a piedi nudi.

Foto di Luca Di Bartolo

Durata : 3 ore

Offerta suggerita: 20€ con tessera Arci (possibilità di farla in S'ALA)


View Event →
Metrocubo - Assolo di teatrodanza
Mar
2
6:30 PM18:30

Metrocubo - Assolo di teatrodanza

Si può ripensare al corpo come elemento confinato e definito che può pienamente esprimersi in uno spazio pari al raggio che le sue braccia e le sue gambe raggiungono?

L'assolo di teatrodanza prende vita dalla necessità di ripensare

in nuovi termini alla presenza dei corpi umani nello spazio e di elaborare, attraverso il movimento, la più intima percezione di presenza della massa corporea.

Si cerca dentro antichissimi rituali di accoglienza e ospitalità dove l'armonia tra il proprio corpo, la presenza dell'ospite e la percezione dello spazio esterno sono alla base dell'equilibrio interiore.

La cura di una piccola stanza, dove ogni elemento visivo e sonoro è fondamentale, diventa luogo di massima creatività nella condivisione rituale di un'arte prescelta come quella del corpo e della danza.

Così come nell'antica cerimonia giapponese il maestro offriva agli ospiti la sua arte della preparazione del te, perché fosse luogo di aderenza agli elementi più autentici della vita, Metrocubo si pone come cerimonia artistico-rituale di accoglienza dove ogni gesto è curato e volto a stabilire una connessione con l'altro e un radicamento agli aspetti primordiali e profondi dell'esistenza umana.

Sette persone sono invitate a condividere lo spazio scenico. Nel principio di condivisione si radica il tentativo di rompere la barriera tra individualità e alterità, nell'auspicio che tale spazio possa divenire luogo di equilibrio e catarsi.

di e con Donatella Martina Cabras

CO-PRODUZIONE ASD movimentopoetico e Teatrodallarmadio

Musiche: PERCORSI ININTERROTTI CONTINUUM SONORO di Francesca Romana Motzo e Michele Uccheddu

Foto di Luca Di Bartolo

Ingresso ad offerta libera, con tessera Arci.


View Event →
Jam Session di Improvvisazione - Musica e Danza #5
Feb
21
8:30 PM20:30

Jam Session di Improvvisazione - Musica e Danza #5

Quinta Jam Session in S'ALA, la prima del 2019!!

Per condividere un'esperienza di improvvisazione, per relazionarci in danza e musica, per vivere lo spazio S'ALA e concludere la serata con un aperitivo.

Si può partecipare attivamente, portare strumenti, fare rumore o semplicemente guardare come pubblico.

Ingresso ad offerta libera, con tessera Arci.

View Event →
Prova aperta di Al-technoor
Feb
7
8:30 PM20:30

Prova aperta di Al-technoor

Collaborazione fra la performer e mistica musulmana Sara Zaltash e l'artista-attivista multidisciplinare e indisciplinato Rhodri Karim. Il loro tempo in S’ALA genererà materiale per il loro primo disco, la loro prima tournée e il loro primo videoclip, parte del loro interesse a creare recitazioni del corano per l'era digitale. Sarà un lavoro insolito, strano e magico per ore ed ore alla volta, che emerge dal respiro, che ritorna a parlare con dio, con dei, con le dee.

Rivendicando il potenziale devozionale della musica elettronica, Al-technoor abita spazi di estasi tecnologica. Il fuoco santo dello spirito umano brucia nel hardware e nella materia grigia in un alchimia fra lo spontaneo e l'eterno.

Ingresso ad offerta libera, con tessera Arci.

View Event →
Approaches to Embodied Islam: Calling - Laboratorio con Sara Zaltash
Feb
2
3:00 PM15:00

Approaches to Embodied Islam: Calling - Laboratorio con Sara Zaltash

Questo laboratorio è un'introduzione alla serie 'Approaches to Embodied Islam' focalizzato sull'azan, ovvero la chiamata alla preghiera musulmana. Si utilizzeranno tecniche di creazione di performance contemporanee, esercizi vocali ed esplorazioni delle scritture. 

Il laboratorio è rivolto a performer, danzatrici e danzatori, vocalisti, e chiunque sia interessato all'Islam e ad esplorare rituali islamici all'interno della creazione artistica contemporanea.

Il laboratorio sarà tenuto in inglese, ma sarà presente un traduttore.

Numero massimo: 20 persone.
Offerta suggerita: 20€ con tessera ARCI.

View Event →
Confusione Nucleare - N. 4
Jan
26
5:00 PM17:00

Confusione Nucleare - N. 4

Laboratorio rivolto a bambin* dai 3 ai 10 anni accompagnat* da un genitore, un parente, un’amica o un amico.

Uno spazio di incontro tra generazioni, per sperimentarsi in un contesto accogliente e insolito attraverso il movimento, il gioco, la danza.

Inizialmente, gli incontri si baseranno su interazioni in coppia, per creare un clima di fiducia e sicurezza. Poi, la coppia potrà provare a relazionarsi col gruppo, per soddisfare la curiosità di ogni bambin*, ma anche di ogni adult*.

Non è necessaria un'esperienza di danza. Le proposte si adatteranno alle esigenze del gruppo.

Costo: 12€ con tessera Arci.


View Event →
La Notte delle Streghe - Aperi/festa favolosa gender free
Jan
12
7:00 PM19:00

La Notte delle Streghe - Aperi/festa favolosa gender free

Danzano le streghe, si accendono i fuochi, i corpi si trasformano… A S’ALA, il classico “S’Aperitivu” apre le porte alle creature dei favolosi sabba. Per una notte, lasciati conquistare da pozioni afrodisiache, abbandonati a danze sfrenate, fatti sedurre dalle arti delle streghe che ti circondano.

L’incantesimo inizia alle 19:00 con
*** stuzzichini e bevande mistiche (puoi portare anche tu quello che vuoi, per te o da condividere!)
*** un armadio per la trasformazione in streghe, dove verranno messi a disposizioni abiti, cappelli, trucchi e glitter
*** Speciali dj che accompagneranno la serata con musiche irresistibili

Non provare a resistere, libera la strega che c’è in te!

L’ingresso è ad offerta libera, con tessera Arci.

*** L'immagine è di Chiara LaFiùt

View Event →
Laboratorio di Coreografia con Igor e Moreno - N. 6
Jan
12
3:30 PM15:30

Laboratorio di Coreografia con Igor e Moreno - N. 6

Laboratorio di Coreografia con Igor e Moreno (www.igorandmoreno.com/it)

Il sesto incontro di un percorso finalizzato a distillare, articolare e condividere alcuni dei principi su cui, secondo l'esperienza e la visione di Igor e Moreno, si fonda la coreografia. Il percorso ha l'obiettivo di consolidare una comunità interessata ad approcciare la danza dal punto di vista della coreografia.

Un’occasione per avvicinarsi a questa disciplina spesso misteriosa e incompresa, pensandola non semplicemente come composizione ma come una forma di comunicazione. 

Aperto ad adult* di ogni età ed esperienza, interessati a sperimentare ed esercitare la creatività e l'analisi critica.

Offerta suggerita di 20€ (+10€ di tessera valida in tutti i locali affiliati all’ARCI)

View Event →
Prova Aperta: "Andante" di Igor e Moreno
Jan
11
8:30 PM20:30

Prova Aperta: "Andante" di Igor e Moreno

Prova aperta di 'Andante', il più recente spettacolo di Igor e Moreno, in una seconda fase di sviluppo prima degli spettacoli al Theatre de la Ville di Parigi: https://www.theatredelaville-paris.com/en/spectacles/saison-2018-2019/danse/andante?fbclid=IwAR2EtxL_teKxQJgNwy5RcjEd4PTTrp3BQd-G34sneVVsaeuB7-SFN4TCMzM

Un'occasione per entrare nel loro processo creativo, confrontarci e accogliere i vostri feedback.

www.igorandmoreno.com

Ingresso ad OFFERTA libera (con tessera ARCI).

View Event →
'Dammi un bacino e ti solleverò': laboratorio con Anna Da Pozzo
Jan
5
3:00 PM15:00

'Dammi un bacino e ti solleverò': laboratorio con Anna Da Pozzo

Si dice che il grande scienziato Archimede di Siracusa disse, dopo aver scoperto le leggi della leva: “Datemi un punto d'appoggio e vi solleverò il mondo”. Il titolo della lezione, parafrasando Archimede, sintetizza il tema dell'incontro: un'esplorazione alla scoperta delle possibilità di movimento e delle leve che ci offre questa parte del nostro corpo incredibilmente forte e affascinante: il bacino.

ANNA DA POZZO danzatrice di Contact Improvisation (CI), ingegnere, insegnante, vive a Luogosanto, in Gallura. Il suo personale e intenso percorso di studio e ricerca sulla CI dura da oltre 14 anni attraverso workshop intensivi con i più importanti nomi della CI e la partecipazione a jam e festival internazionali. Da 8 anni è impegnata nella diffusione della CI nella sua regione di residenza attraverso l’organizzazione di workshop, l’insegnamento e la direzione e partecipazione a performance. Nel 2014 la passione per la danza ha preso il sopravvento, portandola a passare tre mesi in residenza artistica presso Earthdance (http://www.earthdance.net/), Massachussets, dove ha studiato con Nancy Stark Smith, una delle iniziatrici della CI, e approfondito la sua personale ricerca, e 2 mesi presso Ponderosa (http://www.ponderosa-dance.de/en/news.html), Germania, dove ha partecipato alla settimana di ECITE (European Contact Improvisation Teacher Exchange) e approfondito gli aspetti più legati all’insegnamento” della CI. Insieme a Ezra Le Bank, professore di movimento presso il Dipartimento di Arte e Teatro dell’università di Long Beach, California, ha portato avanti una ricerca sulle “crisi” nella CI, che li ha portati a insegnare, insieme e individualmente, alcuni seminari su questo tema negli Stati Uniti e in Europa. E’ una delle organizzatrici (insieme a Caterina Mocciola ed Elisa Ghion) dell’edizione 2017 di ECITE, che si è tenuta a Tuscania in agosto 2017.

COSTO: offerta suggerita di €15 (+ 10€ di tessera ARCI, valida per un anno in tutti i circoli ARCI).

View Event →
Jam Session di Improvvisazione - Musica e danza #4
Dec
22
9:00 PM21:00

Jam Session di Improvvisazione - Musica e danza #4

Quarta Jam Session in S'ALA, in versione natalizia. Per condividere un'esperienza di improvvisazione, per relazionarci in danza e musica, per vivere lo spazio S'ALA e concludere la serata con un aperitivo.

Si può partecipare attivamente, portare strumenti, fare rumore o semplicemente guardare come pubblico.

Ingresso ad offerta libera (+ 10€ di tessera ARCI, valida per un anno).


View Event →
Confusione Nucleare - N. 3
Dec
15
4:00 PM16:00

Confusione Nucleare - N. 3

Terzo appuntamento del laboratorio rivolto a bambin* dai 3 ai 10 anni accompagnat* da un genitore, un parente, un’amica o un amico. 

Uno spazio di incontro tra generazioni, per sperimentarsi in un contesto accogliente e insolito attraverso il movimento, il gioco, la danza. 

Gli incontri sono indipendenti l'uno dall'altro, quindi per chi non avesse ancora provato, questa è l'occasione giusta!

Non è necessaria un'esperienza di danza. Le proposte si adatteranno alle esigenze del gruppo.

Costo: 12€ a coppia (+10€ di tessera ARCI, scadenza 09/2019)


View Event →
S'Aperitivu
Dec
1
7:00 PM19:00

S'Aperitivu

S'ALA a porte aperte per artist* e non, per incontrare chi bazzica in S'ALA e chi non lo fa ancora.

Unitevi tutt* per un drink, chiacchiere, stuzzichini e idee.

Liber* di portare qualcosa da bere e da mangiare...o no!


View Event →
NEL FLUSSO - Prova aperta con Senza Confini di Pelle
Nov
30
9:00 PM21:00

NEL FLUSSO - Prova aperta con Senza Confini di Pelle

NEL FLUSSO
performance di improvvisazione tra danza e musica dal vivo

Di e con
Antonio Baldinu (batteria)
Dario La Stella (corpo)
Valentina Solinas (corpo)

L'incontro nella creazione istantanea, nel fluire generato dalla vibrazione, da ciò che dilaga, si propaga e riverbera, nel ciò che siamo quando andiamo oltre il conosciuto.

Una performance che vuole aprire nuove possibilità, dilatando i confini del puro intrattenimento, svelando una vitalità che non si arresta, non si accomoda, ma fiammeggia e irrompe nello spazio.
Spiegare ciò che avviene nel flusso è sempre riduttivo: accadono cose che vanno oltre le parole.

INGRESSO ad offerta libera, con tessera ARCI.


View Event →
Let's Take A Walk - lezione di danza con Eimi Leggett
Nov
26
8:30 PM20:30

Let's Take A Walk - lezione di danza con Eimi Leggett

La lezione si basa sull’esplorazione delle differenze che possiamo identificare all’interno del più comune movimento quotidiano: il camminare. Esplorando il ritmo, le limitazioni fisiche, le rappresentazioni sociali e relazionando il tutto al tempo e allo spazio.

Eimi Leggett è una danzautrice giapponese-australiana, attualmente residente a Bruxelles e laureanda al P.A.R.T.S., la rinomata università di danza contemporanea sotto la direzione artistica di Anne Theresa De Keersmaeker.

Per la lezione suggeriamo un’offerta di €15. Necessaria la tessera ARCI (€10 per chi già non la possiede)

View Event →